Inspiration

Decluttering di fine estate

A poco più di una settimana dal rientro delle vacanze, sento forte il desiderio di fare spazio intorno a me. Mi aggiro per casa, stanza per stanza, cercando oggetti da buttar via o semplicemente da sottrarre al mio sguardo. Così è iniziato il mio decluttering di settembre.

Questa voglia di minimalismo è presente in me già da un po’ di tempo ma la strada da percorrere è ancora lunga. Di certo è cresciuta la mia consapevolezza e ogni volta che mi trovo di fronte a qualcosa che mi piace, mi chiedo mille volte se davvero mi serve o se è destinata solo a occupare spazio in casa.

Ho trascorso quest’estate in vacanza con pochi arredi, abiti, oggetti, riflettendo sul fatto che ci vuole veramente poco per essere felici, eppure le nostre vite, le case, gli armadi sono pieni di roba. Non dico che potrei vivere in ambienti con le pareti bianche e le mensole completamente vuote, questo no. Gli oggetti intorno a me mi regalano emozioni e tanta ispirazione, però è bene di tanto in tanto fare decluttering, cioè liberarsi del superfluo. Gli esperti dicono che si tratta di un’operazione anche psicologica: fare spazio intorno a noi ci mette in una condizione mentale di leggerezza e apertura alle novità. Una condizione ideale per prepararsi all’autunno, siete d’accordo? Ecco allora da dove ho cominciato io.

 

In cucina

decluttering cucina stoviglie

Photo by William on Unsplash

 

Prima di tornare a riempire frigo e scaffali, ne ho approfittato per pulire, ordinare, buttare. Se date un’occhiata ai vostri pensili, scoprirete quante cose si possono eliminare. Via le spezie scadute, i contenitori in eccesso, le scatole inutili, oltre a tutti gli oggetti che si annidano sul bancone della cucina (volantini del supermercato, materiali da riciclare, ricette da conservare).

Nel living

decluttering living room chasing the beauty

Photo by Gades Photography on Unsplash

 

Nel mio decluttering sono finiti giornali archiviati che ormai non sono riuscita a leggere e un bel po’ di riviste, che ho messo in ordine in base a data e argomenti. Ho messo via alcuni accessori dalle mensole per alleggerire lo sguardo e rendere veloci le pulizie quotidiane. Tenere pochi ninnoli in giro, magari tirandoli fuori a turno, è utile anche per cambiare il look alle stanze.

Nell’angolo scrivania

decluttering angolo scrivania

La scrivania con il mio MacBook, la tazza di Casa Facile, la bellissima lampada Veli Couture Table di Slamp

 

La foto della mia scrivania è stata protagonista di un mio post su Instagram in cui dicevo di averlo lasciato così prima di partire, ordinato e creativo. Questo mi ha aiutato a concentrarmi sul decluttering tra i file, le email, i download, per approdare finalmente a un desktop pulito e materiali in ordine. Prima di iniziare a scaricare le foto delle vacanze, approfittatene per fare pulizia con un hard disk esterno dove archiviare le immagini. Sistemate la vostra mail personale, selezionate le newsletter che leggete davvero, cercate un salvaschermo che sia per voi di ispirazione. Io ne ho scelto uno che mi ricorda la natura meravigliosa che ho ammirato questa estate.

Negli armadi

decluttering armadio

Photo by Dan Gold on Unsplash

 

Se siamo riusciti ad usare pochissimi abiti in vacanza, possiamo farlo anche nella vita di tutti i giorni, cosa ne dite? Da qualche tempo sono molto selettiva nei miei acquisti di abbigliamento, cerco capi basic senza cedere troppo alle mode. Sarà saggezza o l’età che avanza in cui definisco il mio “stile” (parolone, lo so). Arrivare al guardaroba compatto ideato da Courtney Carver, che propone la formula 333 con 30 capi per 3 mesi, sarà dura ma, visto che il cambio stagione si avvicina, iniziate subito ad alleggerire i vostri armadi.

Tra i giocattoli in cameretta

decluttering giocattoli cameretta

Photo by Annie Spratt on Unsplash

 

Nel mio decluttering è finita anche la stanza dei bambini. E’ un’abitudine che sto facendo prendere ai miei figli già da un po’. Ad ogni cambio stagione ci sediamo insieme e procediamo ad una selezione dei giochi, dividendo tra quelli che possiamo regalare, quelli da buttare e quelli da conservare come ricordo, che di solito sono pochi. Voglio che imparino il valore degli oggetti ma che non diventino degli accumulatori, cosa che fa male sotto molti punti di vista. In generale è utile per tenere ordine in cameretta e, se l’argomento vi sembra interessante, vi invito a leggere il mio post sul magazine di Houzz con 11 regole per tenere (quasi sempre) in ordine la cameretta.

Se volete un ulteriore spunto su quanti oggetti si possono buttare o regalare, questa lista trovata sul sito di Casa Facile, vi sarà certamente utile: 50 cose da buttare e 20 da regalare. Dai manuali di istruzioni ai cavi danneggiati, dalle borse che non usiamo ai portafogli in eccesso, potrete sbizzarrirvi con il decluttering casalingo.

 

Siamo all’8 settembre e mi sento leggera. La sensazione di benessere che ho portato con me dalle vacanze prosegue anche grazie a questa operazione di pulizia, che non è faticosa ma, al contrario, rigenerante. La trovo di buon auspicio e il fatto che abbia già pubblicato un post fuori scaletta mi sembra un ottimo inizio.

Capita qualcosa di simile anche a voi? Aspetto i vostri commenti qui e sui miei social, Facebook e Instagram.
Buon Decluttering!

 

 

*Cover Photo by NordWood Themes on Unsplash

Lascia un Commento